Cloud computing: flessibilità, economicità e sicurezza al 100%

La tua azienda è pronta alla migrazione verso il cloud?

Il cloud computing è uno dei più importanti sviluppi tecnologici dell’ultimo decennio, riguardante l’infrastruttura ICT aziendale. All’inizio, come per ogni innovazione, questa tecnologia ha interessato soprattutto le grandi organizzazioni, ma con il suo sviluppo, la diminuzione dei costi e la presa di coscienza sui suoi vantaggi evidenti, la diffusione del cloud si è allargata sempre più, anche verso le PMI. Basti pensare che nell’ultimo decennio, la crescita media annua della spesa per hardware e software dei data center aziendali è stata solo del 2% annua, mentre per i servizi in cloud è stata del 52% annua.

incremento spesa annua in soluzioni cloud

A partire dal 2015 le grandi aziende si sono mosse molto velocemente per spostare la loro infrastruttura tecnologica verso soluzioni in cloud, così come un crescente numero di servizi e applicazioni sono migrati verso questo ambiente. Questa tendenza è oramai inarrestabile e molte aziende di piccole e medie dimensioni che non si sono ancora approcciate al cloud, forse per timori legati alla sicurezza o per paura dell’impatto sulla loro organizzazione, si stanno oggi domandando se sia giunto il momento anche per loro di sfruttare al meglio questa tecnologia.

Che cos’è il cloud computing?

Cerchiamo allora di capire cosa si intende per Cloud computing o semplicemente il “Cloud” (la nuvola). Esistono diverse definizioni di cloud, ci possiamo però limitare a dire che si tratta di un nuovo sistema tecnologico che permette di usufruire e di erogare servizi attraverso una connessione internet sicura. E’ cioè possibile attraverso il cloud utilizzare risorse software e hardware erogate da server e data center che non appartengono all’azienda, ma risiedono all’esterno e che sono collegate ad essa attraverso una connessione internet. Sia software sia hardware divengono in questo modo erogabili come “servizi” (as a service).Hardware e Software as a service

E’ possibile, in questo modo, usufruire di tante tipologie di risorse, servizi e applicazioni, alcune delle quali conosciute e utilizzate quotidianamente da imprese e consumatori: pensiamo a Dropbox, Google Drive, Gmail e OneDrive, …, che offrono sia servizi di storage sia funzionalità di collaborazione online; ma esistono anche applicazioni specifiche per aziende come ERP, CRM e molte altre. Negli ultimi anni stiamo assistendo alla migrazione verso il cloud anche dei sistemi telefonici aziendali con soluzioni adatte ad ogni tipologia di organizzazione, dalle micro imprese alle aziende multi-sede con centinaia o migliaia di collaboratori. Scopri la nostra soluzione microtel.cloud affidabile economica e sicura al 100%.

Ma quali sono i principali vantaggi del cloud computing?

Se progettato e realizzato con criterio, il cloud computing offre indubbi vantaggi strategici e operativi per le imprese, consente infatti di riorganizzare le risorse interne liberandosi dal fardello della manutenzione dell’infrastruttura ICT, del suo aggiornamento, della sicurezza dei dati e del rischio di obsolescenza degli apparati.

  1. Flessibilità e scalabilità

In una solida e ben progettata infrastruttura cloud, l’efficienza nell’erogazione dello storage, dei servizi e delle applicazioni non è più limitata dalle prestazioni delle macchine fisiche presenti nel data center aziendale, la potenza e la prestazione dei server in cloud può infatti aumenta liberamente senza alcun vincolo all’aumentare delle esigenze. E’ possibile così soddisfare qualsiasi picco di richiesta senza che l’utente neanche se ne accorga. La flessibilità del cloud permette in questo senso prestazioni assolutamente non paragonabili a una infrastruttura ICT fisica in azienda.

Flessibilità e scalabilità del Cloud

 

La flessibilità e la scalabilità sono certamente i vantaggi del cloud più significativi, perchè consentono alle imprese di liberare risorse economiche ed organizzative occupate nella gestione dell’infrastruttura ICT, in modo da concentrarsi sul proprio core business.

  1. Assenza di costi relativi all’hardware

Un altro dei vantaggi del cloud computing è quello di consentire alle aziende e alle organizzazioni di accedere alle infrastrutture IT in modo nuovo, prescindendo dal concetto di possesso e di investimento, in quanto non ci sono più i costi relativi all’hardware.

Il Cloud computing può quindi portare grandi vantaggi in termini di risparmio, di flussi finanziari e di efficienza e, su una più alta scala di valore, offrire l’opportunità di innovare prodotti e servizi, tramite modelli scalabili e misurabili che si prestano allo sviluppo di nuovi business.

L’introduzione del cloud nelle aziende sortisce un effetto paragonabile a quello del noleggio a lungo termine della flotta aziendale. Con il noleggio a lungo termine le imprese si liberano di tutti gli investimenti necessari per l’acquisto delle auto e del sistema di ammortamento che ne consegue, pagando invece un canone mensile certo che comprende tutti i costi di manutenzione, assicurazione e utilizzo della flotta. Lo stesso accade quando le aziende decidono di sostituire la loro infrastruttura ICT con servizi in cloud.

  1. Accessibilità e Collaborazione

Con il cloud i dati sono accessibili da qualsiasi device, postazione e in qualsiasi momento. Le applicazioni e i dati aziendali sono sempre disponibili. Il fatto di non essere limitati dall’hardware porta un vantaggio enorme, ovvero la possibilità di usare servizi e applicazioni basati sul cloud ovunque e in qualsiasi momento, a prescindere dal dispositivo utilizzato (smartphone, tablet o laptop). Secondo una ricerca condotta da Cloud Security Alliance, il 79% delle imprese riceve sempre più spesso richieste da parte degli utenti di applicazioni basate sul cloud. Le applicazioni maggiormente richieste sono quelle che permettono di collaborare e condividere file.

Tra i vantaggi del cloud computing c’è infatti la possibilità di ogni team di modificare i file in tempo reale e potervi accedere in ogni momento e ovunque nel mondo. I componenti del team possono lavorare in ogni sede e in mobilità e allo stesso tempo lavorare insieme. Negli ultimi anni, come evidenziato in precedenza, il cloud sta sostituendo anche i tradizionali centralini telefonici aziendali. I vantaggi di accessibilità e collaborazione sono fattori imprescindibili per tutte quelle organizzazioni con più sedi, con lavoratori in smart working o in mobilità. E’ questo uno dei motivi per cui sempre più aziende stanno sostituendo la vecchia tecnologia dei centrini con sistemi telefonici in cloud. Scopri la nostra soluzione microtel.cloud affidabile economica e sicura al 100%.

  1. Protezione e sicurezza dei dati

Le organizzazioni di ogni dimensione dovrebbero investire costantemente in strumenti di Disaster recovery per garantire la continuità del proprio business in ogni circostanza. Per le PMI però, la mancanza di capitali e di professionalità adeguate fa si che il disaster recovery sia più un obiettivo da raggiungere e non una realtà esistente. La Cloud Security in questo senso sta aiutando molte imprese piccole e medie a dotarsi di strumenti adeguati per far fronte a questa necessità.

Sicurezza del Cloud

 

Le piccole e medie imprese possono implementare soluzioni di backup basate sul cloud, risparmiando tempo e risorse finanziarie, sfruttando risorse esterne all’organizzazione.

  1. Sostenibilità

Migrare la proprio infrastruttura ICT o i propri servizi verso il cloud non è un gesto totalmente egoistico: ci sono dei benefici anche per l’ambiente!

Quando le esigenze dei servizi sono fluttuanti, la capacità dei server in cloud aumenta o diminuisce adattandosi ai bisogni. Quindi verrà utilizzata solo l’energia di cui hai bisogno effettivamente senza sprechi energetici, riducendo così l’impronta ecologica dell’azienda. Implementare il cloud significa adottare soluzioni sostenibili e con il minimo impatto ambientale.

cloud e ambiente

Inoltre  molte grandi aziende che offrono servizi in cloud si stanno impegnando per diventare più eco-friendly.
Google ad esempio ha dichiarato il suo impegno a usare le sue risorse per creare stabilimenti con tecnologie intelligenti che usano il 50% in meno di energia rispetto alla media. Oltre ad aver fatto grossi investimenti in progetti di energia rinnovabile. I data center Amazon sono sostenuti da energia eolica e solare utilizzata oltre al 50% del totale nel 2018. In un prossimo futuro puntano di arrivare a utilizzare il 100% di energia rinnovabile.

Microsoft è stata una delle prime aziende a preoccuparsi dell’inquinamento ambientale, riducendo le emissioni nocive sin dal 2007, arrivando a usare solamente fonti rinnovabili dal 2014.

Se hai bisogno di ulteriori informazioni

CONTATTACI

ti aiuteremo a trovare la miglior soluzione per la tua azienda!